In cosa crediamo

Siate sempre pronti a render conto della speranza che è in voi a tutti quelli che vi chiedono spiegazioni. Ma fatelo con mansuetudine e rispetto, e avendo la coscienza pulita; affinché quando sparlano di voi, rimangano svergognati quelli che calunniano la vostra buona condotta in Cristo.

1 Pietro 3: 15-16

Il nostro fondamento di fede è la Bibbia e nient’altro che la Bibbia. In questa confessione di fede abbiamo registrato come noi, come congregazione, comprendiamo le Sacre Scritture nelle loro dichiarazioni principali.
Questo documento non pretende in alcun modo di essere “ispirato” allo stesso modo della Bibbia. Ma noi vogliamo
dichiarare apertamente ciò in cui crediamo e da che parte stiamo andando.

  1. LA BIBBIA è la Parola scritta di Dio e consiste nei 66 libri del Vecchio (39) e Nuovo (27) Testamento. Tutte le parti delle Sacre Scritture sono ispirate da Dio e sono quindi completamente senza errori nei manoscritti originali (2 Tim. 3:16; 2 Pet. 1:21).
  2. L’UNICO VERO DIO esiste eternamente senza origine e fine come Padre, Figlio e Santo Spirito (Matt. 28:19; 2 Cor. 13:13). Egli è Creatore, Sostenitore e Giudice di questo mondo (Gen. 1:1; Apocalisse. 20,11-15).
  3. IL SIGNORE GESU’ CRISTO è Dio eterno (Gv. 1:1-3; 1 Gv. 5:20) e vero uomo (1 Tim. 2,5-6). Crediamo nella concezione verginale (Matt. 1:18-23), nella Sua vita senza peccato. (Ebrei 4,:15), nella Sua morte sacrificale vicaria (2 Cor 5,21), nella Sua risurrezione corporea (Luca 24:26-43), la sua ascensione corporea (Atti 1:9) e il suo ritorno corporeo (Atti 1:11).
  4. LO SPIRITO SANTO è Dio; Egli è una sola Persona (Giovanni 16:7) ed è eternamente unito a Dio Padre e a Dio Figlio. Egli condanna il mondo del peccato (Giovanni 16:8-11). Egli realizza il vero pentimento e fede. Egli dà la nuova nascita, la nuova vita di Dio (Gv 3:5) e l’appartenenza al corpo di Cristo.
    l’appartenenza al corpo di Gesù Cristo (1 Cor 12:13). Egli abita il credente (Rm 8:9) e lo sigilla (Ef 5:18). Lo Spirito Santo desidera riempire ogni figlio di Dio (Ef 5:18) e immagine di Gesù Cristo (2 Cor. 3:17-18).
  5. L’UOMO è amato da Dio (Giovanni 3:16). È una creazione diretta di Dio (Gen. 1:26-27). Noi rifiutiamo le varie dottrine evolutive. Dopo la sua creazione l’uomo cadde nel peccato (Gen 3:1-24) e morì spiritualmente (Gen 2:17). Pertanto, egli è ora per natura un peccatore perso per natura (Rom. 3:23; Ef. 2:1). Da questa condizione l’uomo non può districarsi né con le religioni, né con le filosofie, né con i propri sforzi (Ef. 2:8-9). Ha bisogno della nuova nascita da Dio (Giovanni 3:7).
  6. LA SALVEZZA è una salvezza perfetta ed eterna per grazia di Dio. Non si compie in un sacramentale, ma come un dono gratuito attraverso la fede personale nel Il Signore Gesù Cristo e la Sua opera finita sulla croce del Calvario (Rom. 3:24, 28; Tito 3:5-7). La Bibbia afferma. Che il Signore conserva i suoi figli attraverso la fede fino alla salvezza (1 Pet. 1:3-5). Noi come chiesa insegniamo quindi che coloro che sono veramente nati di nuovo non possono più essere non può più essere perso (Giovanni 10:27-30; Romani 8:28-30).
  7. LA COMUNITÀ DI GESÙ CRISTO consiste in tutti i veri credenti (1 Cor. 12:13) dalla Pentecoste (Atti 2) al Rapimento (1 Tess. 4:13-17). È il corpo e la sposa di CRISTO (Efesini 1:22-23; 5:25-32). I membri della chiesa universale si riuniscono in chiese locali per il culto, l’edificazione dei credenti e la proclamazione del vangelo in tutto il mondo.
    (Atti 2:42; 1 Tess. 1:8). Ogni chiesa riunita localmente riferisce direttamente al capo della chiesa (Col. 1:18).
    (Col 1:18), ma possono collaborare e cooperare con altre chiese credenti nella Bibbia (2 Cor 8:1).
    e cooperare con altre chiese credenti nella Bibbia (2 Cor 8:1-5; Col 4:16).
  8. LA VITA CRISTIANA è una vita di sequela di Gesù. Questo è possibile solo in connessione con Gesù (Giovanni 15:1-8). La connessione spirituale del credente con Cristo è visibile nel frutto dello Spirito (1 Cor 13; 2 Pt 1:7). All’autorità dello stato soggetto all’autorità dello Stato (Rm 13:1-7), purché ciò non violi i comandamenti di Dio (Atti 5:29)
  9. IL BATTESIMO E LA CENA DEL SIGNORE sono ordinanze del Signore Gesù che sono simboliche. Noi crediamo che al tempo del Nuovo Testamento venivano battezzate solo le persone che si erano allontanate dalla in modo sbagliato (Atti 2:38; 9:18-19), ai quali il Signore aveva aperto i loro cuori (Atti 16:14-15) e che erano diventati veramente credenti (Atti 8:12.37; 18:8). Tali persone furono battezzati per immersione nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo (Matt. 28:19).
    Il battesimo biblico è la rappresentazione esteriore della realtà interiore nel cuore del persona salvata. Con il suo passo di obbedienza, il credente rinato professa il suo fede nel suo Salvatore Gesù Cristo crocifisso, sepolto e risorto (Rom. 6:3-11).
    La cena del Signore non porta il perdono dei peccati, ma rafforza i figli di Dio attraverso il ricordo del meraviglioso amore di Dio e l’obbedienza sacrificale di Gesù Cristo (1 Cor 11:23-26). È la volontà di Dio che solo i rinati partecipino al pasto. L’autoesame dovrebbe sempre precedere (1 Cor 11:27-32).
  10. SATANA esiste come persona ed è il grande avversario di Dio e di tutti i credenti (Giovanni 8:44);
    Apocalisse 12:1-12). Egli comanda un esercito di demoni (Ef 6:11-12). Attraverso la morte e resurrezione di Cristo, queste potenze delle tenebre sono già sconfitte e attendono il loro finale distruzione finale (Ap 20:10).
  11. IL RITORNO DI GESÚ CRISTO è un fatto possibile in qualsiasi momento (Matt 24:42-44; 1Th 5: 1-2). Prima verrà a rapire la chiesa (1Tim 4:16-17), poi verrà giudicare le nazioni (Mt 25,31-46) e stabilire sulla terra il Regno Millenario (Apocalisse 20:1-6).
  12. LA VITA FUTURA significa l’esistenza cosciente dei morti (Luca 16:19-31), la resurrezione del corpo (Gv 5:28-29), il giudizio e la ricompensa dei credenti (2 Cor. 5:10), il giudizio e la dannazione eterna dei miscredenti (Ap 20:11-15), la vita eterna dei salvati (Gv 3:28-31) e la punizione eterna dei perduti (Matt. 25:46; 2 Tess. 1:8-9).

Dio ci aiuti a portare gloria a LUI con la fede e il cammino (1Timoteo 2:11-12)!

Gli anziani della chiesa